Consulta il Calendario per restare sempre informato sulle nostre attività

Descrizione immagine
IL GIRO DEL MONDO IN OTTANTA GIORNI

spettacolo teatrale con
Margherita Di Marco
Giulia Castellani

regia di Claudio La Camera


Lo spettacolo è una libera rivisitazione dell’omonino romanzo di Jules Verne, pubblicato la prima volta nel 1872, ispirato probabilmente all’impresa di Georges Train che nel 1870 circumnavigò il mondo in un tempo eccezionalmente veloce. 
Il tema centrale dello spettacolo è per l’appunto il modo in cui l’uomo si misura con il tempo e lo spazio.  Sappiamo infatti che tra adulti e bambini esiste una grande differenza di percezione e rappresentazione del tempo. In questi differenti mondi è possibile rintracciare valori essenziali per la vita che spesso il mondo fantastico dei bambini conserva più efficacemente.  Il tempo del viaggio intorno al mondo, come precisamente descritto dal titolo (80 giorni), diviene nello spettacolo un’opportunità per esplorare le molteplici rappresentazioni del tempo: un tempo cronologico o convenzionale, che regola i rapporti tra gli individui, il commercio, gli affari, definito a livello mondiale proprio negli anni in cui Verne scriveva il testo, dall’istituzione dei fusi orari; un tempo individuale, interiore e sospeso, fuori dalle convenzioni, fatto di fantasia e di infinite possibilità di scampare ai pericoli e alle difficoltà della vita, nelle metafore offerte dalle difficoltà del viaggio incontrate dal protagonista Phileas Fog e dal suo maggiordomo Passepartout; un tempo proiettato nel futuro, come ambito di realizzazione delle aspirazioni esattamente come la scommessa che determina drammaturgia l’intera storia. Improvvisazioni attoriali e giochi scenografici completano il livello di comunicazioni con il pubblico.